Il mio primo approccio con i fiori

Da poco meno di un anno, una persona a me cara mi ha condotto verso la strada dei fiori, estasiata dai loro effetti benefici. Non sapevo molto a riguardo, quasi nulla, ma ho subito sentito una vibrazione particolare dentro di me che ha irradiato il mio corpo ed ho esclamato: “devo approfondire le mie conoscenze sui fiori di Bach”. In un momento della mia vita pieno di dubbi e incertezze mi sono ritrovata nel bel mezzo di un campo di fiori, che ha suscitato in me una sensazione di protezione, di sicurezza, come se ogni singolo petalo mi avesse avvolto a sé. Sono andata alla ricerca di libri, corsi da frequentare ed ho conosciuto la Scuola di floriterapia, sul sito mi sono ritrovata davanti alle tante iniziative e, come una bambina in fibrillazione per il suo primo giorno di scuola, ho partecipato a due corsi brevi organizzati nei Cam e successivamente alla gita botanica sul Ticino. Durante questa giornata alla ricerca di fiori, in una calda e pacifica domenica di settembre, a contatto con la natura che purifica corpo e mente, ho avuto la possibilità di sentire tra le mie mani la consistenza dei piccoli fiori rosa di VERVAIN sorretti dal busto robusto ed eretto: è stato come accarezzali nella loro infinita delicatezza. È proprio tale delicatezza, fragilità e semplicità, ma nello stesso tempo tanta forza, sicurezza e determinazione che i fiori mi trasmettono; come si affacciano alla vita e alleviano dolcemente le sofferenze che li rende ai miei occhi affascinanti e tutti da scoprire in ogni loro singola caratteristica. Sento di essere all´inizio di un cammino lungo, forse interminabile, perché ricco di emozioni ed esperienze indimenticabili che spero di poter portare avanti ogni giorno sempre con più grinta ed un forte interesse che tiene vivo il mio spirito.

Marianna Lo Castro